Orari di apertura

Lo studio è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato mattina dalle 9.00 alle 12.30.

Si riceve su appuntamento chiamando il numero 049/9915996.

Visita la sezione contatti per più informazioni.


RIABILITAZIONE DELLA MANO

E DELL'ARTO SUPERIORE

 

CHE COSA E' LA RIABILITAZIONE DELLA MANO?

La riabilitazione della mano è una specializzazione che alcuni fisioterapisti decidono di intraprendere per affrontare adeguatamente i problemi connessi con tutte le patologie che riguardano la mano e l'arto superiore. Nasce dall'esigenza di stare al passo con le sempre più sofisticate tecniche chirurgiche e di microchirurgia adottando tutte le conoscenze teoriche e pratiche del sapere riabilitativo.

La Chirurgia della Mano è ormai da tutti riconosciuta come una disciplina complessa e multi fattoriale; i chirurghi seguono la mano dal punto di vista della traumatologia ed ortopedia, microchirurgia, chirurgia vascolare, neurochirurgia, chirurgia plastica e reumatologia.

Ne consegue l'esigenza di una riabilitazione specifica con personale altamente qualificato e che operi in stretta relazione con la più alta accuratezza professionale.

 

CHI SI OCCUPA DI RIABILITAZIONE DELLA MANO?

La figura più indicata è un fisioterapista che abbia approfondito, con un preciso e specifico percorso formativo, le molteplici conoscenze che riguardano questo distretto corporeo che si contraddistingue dalle altri parti del nostro corpo per l'altissima specializzazione sia dal punto di vista anatomico che funzionale.

Stiamo parlando di un terapista della mano che a livello europeo ha già ottenuto una classificazione e un inquadramento specifico, proprio per distinguersi dalle altre multiformi specializzazioni della riabilitazione.

Nel nostro Studio di Riabilitazione è DAVIDE GIULIAN che si occupa della Riabilitazione della mano e da circa 15 anni si sta formando specificamente in questo ambito. Attualmente ricopre la carica di Segretario nazionale dell'AIRM (Associazione Italiana di Riabilitazione della Mano) e sta lavorando per diffondere una cultura riabilitativa correlata alle problematiche della mano e dell'arto superiore.
Per informazioni consulta anche il sito www.riabilitazionedellamano.com

 

 logo-gis-rasm

 

Tutte le volte che, per svariati motivi, la mano perde la sua funzionalità a causa di un danno anatomico, che può essere osseo, tendineo, legamentoso, muscolare, articolare o nervoso è opportuno rivolgersi a un terapista della mano.

  • Patologie infiammatorie o degenerative come l'artrosi, l'artrite reumatoide, ecc..
  • In seguito ad un periodo di immobilizzazione in gesso.
  • Dopo un intervento chirurgico
  • Prima di alcuni interventi chirurgici per far trovare al chirurgo una mano nelle condizioni più consone all'intervento e per ridurre i tempi del successivo recupero.

Lo Studio Riabilita collabora ormai da molti anni con il Dott. Tognonchirurgo ortopedico il quale si occupa prevalentemente di chirurgia della mano e dell'arto superiore, ed è assieme a lui che, per ogni paziente che si rivolge nel nostro Studio, si decide se proporre un trattamento conservativo oppure proporre l'intervento chirurgico con la conseguente riabilitazione.

 

TRATTAMENTO CONSERVATIVO

E' il caso di molte patologie infiammatorie e degenerative (tendiniti, artrosi, tunnel carpale) che possono insorgere per l'utilizzo scorretto o esagerato della mano oppure per un mutamento delle strutture osteo-articolari, vascolari o nervose dell'arto.

In questi casi si può ricorrere all'utilizzo di

  • Terapie fisiche (laser, ultrasuonoterapia, correnti TENS, magnetoterapia, paraffino terapia),
  • Immobilizzazioni specifiche per mezzo di tutori statici che possono essere confezionati su misura in materiale termoplastico dal terapista stesso o preconfezionati (hanno misure e taglie standard che non sempre rispettano l'anatomia della mano)
  • Ergonomia (tutti i consigli utili per ridurre al minimo le sollecitazioni e il dispendio funzionale della mano nei movimenti e nelle prese).

Queste sono alcune delle patologie che si possono trattare conservativamente:

  • sindromi canalicolari: tunnel carpale, tunnel cubitale
  • tendiniti: m. di de quervainne, tenosinoviti, epicondiliti
  • dito a scatto
  • rizoartrosi
  • lesioni nervose centrali: emiplegia, spasticita'
  • bouttoniere
  • collo di cigno
  • dito a martello
  • distorsioni delle interfalangee

 

Paraffinoterapia Lavoro elettroattivo
Paraffinoterapia lavoro elettroattivo

 

TRATTAMENTO POST-CHIRURGICO O POST-TRAUMATICO

E' il trattamento proposto nei casi di fratture, distorsioni o altri traumi complessi dell'arto superiore.

Generalmente dopo tali eventi si va incontro ad un periodo di immobilizzazione forzata più o meno lungo la quale può causare gravi alterazioni dei tessuti molli e del microcircolo venoso e linfatico, con la conseguente comparsa di edema, rigidità articolari e aderenze tessutali.

E'in questa fase che il terapista della mano può intervenire utilizzando alcune strategie a sua disposizione quali

  • l'utilizzo di tutori leggeri in sostituzione del gesso,
  • il trattamento dell'edema
  • l'educazione al movimento controllato attivo o passivo.

Gli eventi patologici a cui facciamo riferimento possono essere:

  • fratture e traumi complessi
  • traumi distorsivi
  • lesioni legamentose
  • lesioni tendinee
  • lesioni nervose periferiche: nervo mediano, ulnare, radiale
  • morbo di dupuytren
  • interventi di artrolisi e tenolisi

 

1 2
Trattamento dell'edema con l'utilizzo di un bendaggio compressivo personalizzato

 

Pedana-2 3
 Trattamento propriocettivo con pedana elettronica  Trattamento di un deficit della sensibilità

 

 

I TUTORI

 

Particolare attenzione viene posta per i tutori, anche detti ortesi o splint, che risultano essere degli strumenti molto validi per il trattamento di svariate patologie della mano. Ancora poco utilizzati in Italia, i tutori sono realizzati da un fisioterapista opportunamente istruito, utilizzando del materiale termoplastico che si riesce a lavorare e modellare utilizzando basse temperature (circa 60-70°). Vengono modellati direttamente sulla mano del paziente e presentano notevoli vantaggi sia per il paziente che per il terapista essendo leggeri, lavabili e facilmente rimovibili costituendo una sorta di "prolungamento" del trattamento riabilitativo lungo tutto l'arco della giornata.

Un tutore personalizzato è indicato per:

  • proteggere e mettere a riposo una o più articolazioni infiammate
  • immobilizzare tessuti lesionati in fase di guarigione (fratture, distorsioni, sub-lussazioni)
  • proteggere le suture di tendini (tenorrafie) e/o nervi (neurorrafie)
  • correggere e prevenire deformità articolari nelle patologie degenerative (artrosi, artriti)
  • impedire movimenti indesiderati
  • aumentare l'arco di movimento limitato da una rigidità

Un tutore personalizzato ha, inoltre, il vantaggio di poter essere continuamente rivisto e modificato nel caso vi fossero dei punti di maggior pressione o in base alle nuove esigenze richieste dal piano di trattamento deciso dal terapista e dal chirurgo.

Ecco alcuni tutori eseguiti nel nostro Studio dal Ft. Giulian Davide:

 

4
Tutore a protezione di instabilità dell'articolazione interfalangea prossimale 

 

5 6
Tutore di protezione per esiti di frattura del metacarpo  

 

7
Tutore per favorire l'estensione della interfalangea prossimale del mignolo

 

 

8
Tutore dinamico per il pollice

 

9
Tutore funzionale per una giocatrice di tennis

 

10
Tutore statico dopo intervento chirurgico per M.di Dupuytren

 

11
Tutore dinamico per favorire l'estensione del polso

 

12
Tutore specifico in seguito a sutura di un tendine flessore del mignolo

 

13
Tutore statico in seguito a frattura del polso




Siamo specialisti in...

... e anche in ...

La schiena va a scuola

Se hai mal di schiena leggi qui

icon pdf

Associazione professionale Riabilita - P.IVA. 04121690285 - Powered by Joomla - Siteground Template - Edoardo Slaviero 2012 - CSS Valido!